Curriculum

 

Il Maestro Giancarlo Aleppo nasce a Milano il 30 ottobre 1937; si trasferisce durante la guerra con la famiglia, a Grignasco (Novara); attualmente risiede a Borgosesia (Vercelli).

Terminati gli obblighi scolastici, a 15 anni inizia a lavorare alla Filatura di Grignasco (in quel periodo la più importante d’Italia con 2.000 dipendenti), come operaio e sviluppa una carriera, fino ai massimi livelli, che lo accompagnerà fino al 1987, anno in cui lascia il lavoro.

All’età di 12 anni inizia lo studio del trombone e a 13 entra a far parte della Banda Musicale di Grignasco.

Già a 14 anni fonda un’orchestrina che ha subito una intensa attività locale, attività che gli permette l’acquisto di un nuovo strumento, di un pianoforte oltre che il finanziamento degli studi  musicali; l’attività si interrompe con il servizio di leva.

Nel frattempo, all’età di 16 anni, si iscrive alla Scuola Civica di Musica di Milano (con frequenza il sabato e la domenica), che gli consente di approfondire gli studi compatibilmente con gli impegni di lavoro.

Terminato il servizio militare trova l’insegnamento prestigioso di Bruno Bettinelli, che lo seguirà per 15 anni di intenso studio su armonia, contrappunto e composizione.

Alla Scuola Civica di Milano studia Canto Corale con Guido Camillucci e Pianoforte con Antonio Beltrami, segue un impegnativo Master di Direzione; inoltre segue altri corsi nei Conservatori di Musica di Torino ed Alessandria che lo porteranno a conseguire i diplomi di:

-Strumentazione per Banda – al Conservatorio A. Vivaldi di Alessandria nel 1974,

-Musica Corale e Direzione di Coro – al Conservatorio G. Verdi di Milano nel 1976,

-Composizione – al Conservatorio G. Verdi di Torino nel 1981;

tutti conseguiti da privatista.

Al rientro dal servizio militare gli viene affidato l’incarico: di dirigere la Banda Musicale di Grignasco, la locale Corale ed è nominato organista della Casa Madre del Convento delle Suore dell’ Ordine di San Vincenzo, incarichi che copre per diversi anni..

Nel 1962 riceve la direzione della Banda Musicale di Borgosesia, incarico che ha tutt’ora, portando il complesso (ora Orchestra di Fiati) ad esprimersi in diverse località italiane e spesso anche all’estero, Francia e Svizzera; attualmente viene chiamata ad eseguire un concerto annuale a Castrocaro.

Dopo il 1987, avendo lasciato il lavoro, ha più tempo per dedicarsi alla musica, in particolare alla composizione cui si dedica con successo vincendo Concorsi Nazionali ed Internazionali tanto che alcuni suoi lavori fanno parte del repertorio di bande in tutto il mondo.

Il compositore Aleppo esprime uno stile che tende spesso al superamento della tonalità e della forma pur mantenendo forti legami con la memoria della cultura musicale italiana.

Per quanto riguarda l’attività didattica, ha avuto esperienze come docente in Corsi di Concertazione, Direzione, Strumentazione, Analisi e Lettura della Partitura in tutta Italia.

Per un decennio è stato direttore artistico del Centro Studi di Grignasco.

Fondatore e vicepresidente del Concorso Valsesia Musica.

E’ stato consigliere nazionale dell’ANBIMA.

Ha pubblicato libri e manuali sulla musica.

Ha insegnato teoria e solfeggio al Conservatorio di Alessandria e ricoperto vari incarichi organizzativi per manifestazioni musicali.

E’ stato commissario e presidente di numerosi Concorsi Nazionali ed Internazionali di Composizione, Esecuzione e Direzione (in particolare in Italia e in Spagna).

E’ stato uno dei promotori di tante iniziative che hanno permesso il recente sviluppo delle attività bandistiche in Italia.

Direttore delle Civiche Orchestre di Fiati di Milano e di Torino, dell’Orchestra d’Archi dell’Istituto Brera di Novara, dell’Orchestra d’Archi della Real Camerada di Valencia, dell’Orchestra di Fiati Viotti e dell’Orchestra Sinfonica Valsesiana.

E’ stato invitato a svolgere conferenze sull’evoluzione sociale e musicale delle organizzazioni musicali strumentali.

E’ stato chiamato a rappresentare l’Italia al Congresso Internazionale della Musica Strumentale che si è svolto a Castellòn in Spagna dal 4 al 7 luglio 2002.
Con la Banda Musicale di Borgosesia ha rappresentato l’Italia per 4 anni consecutivi in Francia insieme alle bande delle altre nazioni europee, durante  i festeggiamenti in onore di Giovanna d’Arco a Orleans e Rouan; ha eseguito concerti in Svizzera a Ginevra e Locarno.

E’ membro onorario della famosa Accademia de la musica Valenciana.

E’ stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere all’Ordine della Repubblica.

Di carattere schivo e rigoroso con se stesso, sostiene che l’importante è arrivare e non essere; ha sempre insegnato e perseguito il principio per cui ogni assunzione di mandato deve essere ispirato al rispetto della competenza e alla professionalità del ruolo.